La Biblioteca - Casa della Cultura

Ultima modifica 9 dicembre 2020

La Biblioteca Comunale "Oreste Borrello" di Lamezia Terme è situata nel centro storico dell'ex comune di Nicastro, precisamente nel Palazzo Nicotera-Severisio ubicato in Piazzetta Tommaso Campanella

>>AVVISO ORARI DI APERTURA<<

In seguito al DPCM del 3 dicembre 2020 la Biblioteca Comunale può offrire i propri servizi al pubblico su prenotazione.

Per accedere alle sale lettura è necessario inviare un'email all'indirizzo: biblioteca@comune.lamezia-terme.cz.it, indicando le proprie generalità e i giorni per i quali si richiede l'ingresso.

La Biblioteca rispetterà i seguenti orari di apertura:

  • dal lunedì al venerdì: dalle 9.00 alle 13.00
  • martedì e giovedì: dalle 15.30 alle 17.40

Giorni di chiusura al pubblico: 24, 25, 31 dicembre; 1 e 7 gennaio.

Il servizio di consegna dei libri a domicilio sarà sospeso dal 23 dicembre al 7 gennaio, periodo durante il quale i libri potranno essere ritirati direttamente in sede, su appuntamento.

 

Recapiti
Tel: 0968 207701 - 207720    e-mail:  biblioteca@comune.lamezia-terme.cz.it

Informazioni

Servizio Programmazione e coordinamento politiche e attività culturali

È possibile richiedere al personale operante in biblioteca informazioni a carattere bibliografico e inoltre di effettuare visite guidate di alcuni piani del palazzo Nicotera-Severisio, storica dimora di nobili nicastresi che ospita attualmente la biblioteca.    
La biblioteca fu fondata nel 1897 inglobando i fondi librari dei conventi dei Domenicani e dei Cappuccini che aggiunti a titoli moderni e ad una sezione interamente dedicata alla Calabria e alla stessa città, raggiunge attualmente i 25.000 volumi. Nel 2015 è stata intitolata al Prof. Oreste Borrello. 

La biblioteca è suddivisa in:

Piano Terra:
Emeroteca, Mediateca e Sezione Ragazzi.

Primo Piano:
Front-Office, accoglienza utente, Sezione Meridionale. Cinque sale studio e consultazione.

Secondo Piano:
Front-Office, accoglienza utente, tutte le aree (Informatica, informazione e opere generali; Filosofia e psicologia; Religione; Scienze sociali; Linguaggio; Scienza; Tecnologia; Arti e attività ricreative; Letteratura; Storia e geografia. Quattro sale studio e consultazione.

I servizi offerti sono:

  • Prestito librario
  • Prestito interbibliotecario
  • Assistenza utenza per ricerche bibliografiche
  • Visite guidate
  • Guida alla consultazione agli strumenti multimediali
  • Servizio emeroteca con quattro testate giornaliere
  • Consultazione riviste letterarie - giuridiche etc.
  • Guida alla Sezione Ragazzi
  • Prestito, CD, DVD anche autodidattiche

Palazzo Nicotera-Severisio è sede anche della Casa del Libro Antico, la sezione specialistica storica della Biblioteca comunale, istituita nel 2002, per custodire opere appartenenti alla collezione dei conventi dei Cappuccini e dei Domenicani di Nicastro requisite a seguito della soppressione degli Ordini religiosi avvenuta nel 1866. I libri giunti a noi sono una preziosa testimonianza di quanto fosse importante il libro soprattutto nell'universo dei frati domenicani, presso i quali era severissimo il rispetto e la custodia degli stessi anche dal punto di vista materiale a causa del loro valore nell'economia generale di un convento, essendo i libri all'epoca costosi per tutti, chierici e laici.
La collezione libraria è costituita principalmente da testi stampati e relativi a opere di teologia, filosofia, patrologia, storia ecclesiastica ed esegesi, insieme a raccolte omiletiche, agiografiche, canoniche e bullari, datati dall'XI al XIX secolo, tra i quali si annoverano i testi postillati da Tommaso Campanella che studiò a Nicastro tra il 1585 e il 1587 dove coltivò studi di logica aristotelica.    
A questi volumi si aggiungono opere manoscritte e frammenti di codici manoscritti greci e latini per arrivare in tutto ad una collezione di oltre 2500 libri stampati tra il XVI e il XIX secolo in diversi centri italiani ed europei che furono all'epoca centri fiorenti dell'arte tipografica, tra i quali si annoverano i celebri torchi di Manuzio, Giunta, Giolito, Froben e Plantin.